Vivere per la vita

Il gruppo denominato “Vivere per la vita“ è costituito da alcuni volontari che desiderano  dedicare parte del loro tempo all’aiuto di persone bisognose, in particolare persone paralizzate, anziani, bambini.
L’aiuto che  si desidera  realizzare consiste  innanzitutto nel creare una rete di relazione (mediante comunicazione telefonica o visite  a casa) tra tutti i componenti, in modo che ciascuno possa conoscere gli altri per condividere la propria condizione, le proprie preoccupazioni e anche trasmettere all’altro le proprie ricchezze interiori, culturali, spirituali.
Tale possibilità di  donare  qualcosa, di arricchire l’altro, consente a ciascuno, oltre che di superare la solitudine che spesso è sentita pesantemente da molte persone, di percepirsi come un valore.
Si sono così realizzate molte bellissime amicizie, profonde, gioiose e che certamente avranno lunga vita.
E’ stato posizionato un PC presso il Centro Arcobaleno di Vetrego (centro diurno per anziani, vedi anche articolo) e i volontari hanno frequentato tale centro portando agli anziani materiale informatico su cui è stato possibile insieme scambiare le diverse opinioni. Nello specifico  sono state  recentemente portate foto di missioni sociosanitarie effettuate in Africa. Gli anziani sono stati molto contenti.
Da circa sei mesi diversi volontari, a turno, stanno prestando ogni giorno la loro opera a favore di un signore di Noale, affetto da tetraparesi, che necessita assistenza tutte le sere per essere messo a letto.
Abbiamo attrezzato con un letto elettrocomandato per disabili una Casa per ferie a Caorle, “Bruno e Paola Mari”, ed è stato pertanto possibile, già da quest’estate, per una signora paraparetica trascorrere un periodo di vacanza con la sua famiglia. Siamo riusciti quest’anno a offrire il soggiorno solo a questa signora, grazie ad un benefattore.
Siamo in attesa di ricevere in donazione da un benefattore un pulmino attrezzato per disabili mediante il quale esideriamo  soddisfare le esigenze primarie di queste persone, che potranno prevedere il trasporto degli anziani a fare visita ai propri cari defunti al cimitero, il disbrigo delle loro necessità primarie (fare la spesa, pagare le bollette etc),  l’accompagnamento alla Messa alla domenica per chi lo desiderasse, il trasporto di disabili all’ospedale  per le loro terapie.
Mediante il pulmino attrezzato sarà possibile anche il trasporto di disabili ancora efficienti a fare visita ad anziani impossibilitati a muoversi e viceversa, dando in questo modo la possibilità ad ognuno di potersi rendere utile agli altri e quindi considerarsi sempre un valore.
Il gruppo si è anche impegnato  nel sensibilizzare e coinvolgere i ragazzi delle scuole medie di Mirano (e quest’anno tale iniziativa si estenderà anche alle scuole elementari) verso i valori della solidarietà, mediante la realizzazione di incontri, presso la scuola stessa, che trattano il tema delle missioni umanitarie in Africa e l’aiuto sociale e sanitario a tali popolazioni. Si è realizzato un gemellaggio tra i ragazzi della scuola di Mirano e i ragazzi di una scuola in Sierra Leone.
Il gruppo “Vivere per la vita“, inoltre, aiuta famiglie in difficoltà, in particolare mediante la fornitura di capi di abbigliamento usati per bambini, che vengono donati da benefattori e raccolti dai volontari stessi.
Fino ad ora il gruppo ha potuto operare  grazie ad alcune donazioni ricevute e alla autotassazione dei volontari stessi. Confidiamo sempre nella Provvidenza che non manca mai di concretizzarsi attraverso la generosità di qualche persona.